Tag

tradimento

Browsing

La coppia scambista: come nasce e si evolve all’interno di un tradimento consensuale e palesato.

la coppia scambistaLa famiglia ben organizzata viene gestita come una piccola azienda, con la suddivisione di ruoli e responsabilità . Spesso, però, i due coniugi si dimenticano di essere amanti: complici la stanchezza e la routine, le donne lamentano innanzitutto una mancanza di attenzioni,  gli uomini una mancanza di stimoli. Si rende allora necessario un rinnovamento, trovando il tempo da dedicare all’intimità, al dialogo ed allo scambio di confidenze. La vitalità di coppia dura finché i partner non si danno per scontati. E perché ciò non capiti è necessario volersi bene al punto di far percepire all’altro che non si resta a tutti i costi, che la conquista non è assodata per sempre e che va sempre alimentata, anche se si sono raggiunte una profonda comprensione ed una rassicurante complicità.

Con il rispetto reciproco, si può rifocillare la vita sessuale dando sfogo alle fantasie e a piccole trasgressioni. Senza tradire il partner, la pornografia  è indubbiamente un elemento, di gran lunga preferito dagli uomini, che regala nuovi stimoli sessuali.

Altre forme di trasgressione sessuale, che per molti restano fantasie,  sono il feticismo, il voyeurismo e lo scambismo. Quest’ultimo rende manifesta l’ambiguità intrinseca nell’essere umano: sensazione di libertà e di appartenenza coesisterebbero all’interno di un tradimento consensuale e palesato, dove è però necessario un rapporto maturo alla base, affinché l’esperienza non si trasformi in trauma. Infatti, se non vi è una sufficiente solidità, uno dei due partner potrebbe non reggere la prova, soccombendo a sentimenti di frustrazione e gelosia che facilmente danno origine ad un ineluttabile senso di vuoto dal potere distruttivo per la coppia.

Lo scambismo non è considerato una parafilia (comportamento psicopatologico) ed è adottato frequentemente da coppie stanche alla ricerca di nuove emozioni per riaccendere il desiderio. Dovrebbe essere una ricerca di puro piacere fisico, senza alcun coinvolgimento intimo, dove altri corpi hanno la funzione di meri oggetti sessuali  in una situazione che si avverte come trasgressiva e quindi eccitante. L’importante è che non diventi l’unico modo per fare sesso ma qualcosa di occasionale che risvegli la passione nella coppia, migliorandone l’intimità.

“La vita è breve. Concediti un’avventura”. Questo era lo slogan di Ashley Madison

AshleyMadison-400x215Il sito per persone sposate diventato celebre anche per i più fedeli dei coniugi, dopo l’azione di hackeraggio resa nota in tv che ha compromesso la vita di milioni di persone. L’attacco informatico, rivendicato da un gruppo che si fa chiamare Impact team, avrebbe colpito Ashley Madison perché tacciato di ingannare i suoi 37 milioni di utenti: sul sito ci sarebbero molti profili falsi di donne, creati per adescare uomini con messaggi ad hoc che partivano in automatico. La possibilità di cancellare il proprio profilo dal sito (con l’esborso di 19 dollari), inoltre, non sarebbe stata reale. Lo scorso 19 agosto, Impact Team ha pubblicato online nomi, indirizzi, email, carte di credito e preferenze sessuali, annunciando che oltre il 90% dei profili sul sito appartengono ad utenti maschi, mentre molti di utenza femminile risultano fasulli.

Questa notizia induce a molteplici riflessioni. Innanzitutto: per punire il sito di incontri, era necessario esporre al pubblico ludibrio così tante persone, con famiglie annesse e storie private alle spalle?

L’ipocrisia della morale pubblica agevola coloro che sono soliti mettere alla gogna chi viene scoperto in condotte che non aderiscono con i principi condivisi – spesso in modo ipocrita – dalla società.  Ma chi può conoscere davvero la vita di ognuno? Chi può giudicare un fatto senza sapere cosa c’è dietro? Chi considera le storie personali di ciascuno o le ragioni di chi invece è finito suo malgrado negli elenchi a causa di un furto di email? Chi preserverà  questi malcapitati iscritti da un attacco di phishing di truffatori? E chi gli iscritti dell’Arabia Saudita dove l’adulterio e l’omosessualità sono puniti con la pena di morte?

Impact Team voleva punire “la miseria morale” di Ashley Madison, ma chi ha peccato di più? Chi ha fatto più male? Avrà pure ottenuto la chiusura del sito incriminato, ma a quale prezzo? Suicidi, carriere rovinate, famiglie sfasciate…Per cosa? Per la morale?

E che cosa è la morale? La morale consiste nel non fare del male a nessuno e quando il male è inevitabile, come sosteneva il filosofo Kant,  bisogna scegliere  di perpetrarlo  al minore numero di persone possibile.

D’altro canto noi siamo, purtroppo, ancora vittime di una morale pubblica palesemente ipocrita che ci giudica impietosamente, capace di ucciderci anche se non abbiamo ucciso nessuno.

Il tradimento di uomini che non riescono più ad andare a letto con la moglie,  preferendo tradire con escort o trans.

Quella appena descritta è una situazione più diffusa di quanto si possa credere. A confermarlo, le numerose mail che riceviamo da parte di mariti fedifraghi.

Un patto tradito, quello sulla fedeltà, induce comunque ad un problema di coscienza,  anche se non si è fervidi religiosi.

C’è da dire che chi avverte la necessità di parlarne con noi, di porre dei quesiti e di ricevere consigli,  sicuramente vive il tradimento come un disagio. Andrebbe dunque approfondito  il motivo dell’insoddisfazione che induce taluni a tradire in modo solo fisico, giacché fare sesso a pagamento permette di esulare da discorsi di sentimenti e di responsabilità.

Le cause più comuni che inducono all’evasione sessuale con trans ed escort sono il senso di insofferenza all’abitudinarietà, un rancore latente verso il partner, una sessualità repressa.

Il dialogo sincero con la propria compagna rimane il metodo migliore per approfondire le cause autentiche del malessere e risolverlo, eventualmente con l’aiuto di uno psicoterapeuta di coppia.